HOTEL EXCELSIOR
Via dell'Arena, 4
34074 Monfalcone (GO)
Tel: (+39) 0481/412566
Fax: 0481/412631

La Rocca di Monfalcone



MONFALCONE E IL TURISMO


Monfalcone è conosciuta come la città della Rocca o la città dei cantieri famosi per la costruzione di navi da crociera; si estende tra le due “acque”, costituite dai fiumi Timavo e Isonzo.

E’ la Rocca, tuttavia, il simbolo ed il nucleo attorno al quale si sviluppa la storia locale. La sua costruzione risale all’epoca medievale e durante la prima guerra mondiale servì come rinforzo delle postazioni che vi erano collocate. Attorno corrono i segni delle trincee. Interessanti da visitare sono il parco tematico della grande guerra e l’esposizione paleontologica permanente aperta presso la Rocca stessa. Sui colli attorno alla Rocca, inoltre, il comune di Monfalcone assieme alle associazioni naturalistiche locali ha progettato percorsi attrezzati sia per lo svago che per la conoscenza della flora e della fauna locali in un ambiente carico di ricordi storici.

Le spiagge monfalconesi di Marina Nova e Marina Julia, utilizzate inizialmente soltanto dalla popolazione locale, assumono un diverso ruolo con il potenziamento dei centri motovelici Hannibal e Marina Lepanto, in funzione di un crescente turismo sia nazionale che internazionale. La nautica da diporto, infatti, è vista ormai come un ulteriore modo per sviluppare la vocazione turistica del litorale monfalconese. Dalle coste di Monfalcone partono i diportisti diretti verso l’Istria, la Dalmazia, la Grecia e verso il litorale adriatico italiano. La rapidità dei collegamenti facilita inoltre la presenza di numerosi turisti del Centro Europa ed il potenziamento dei voli charter dall’aeroporto di Ronchi dei Legionari richiama anche a Monfalcone, oltre che nei vari centri regionali balneari o montani, flussi turistici provenienti dai Paesi più lontani.

Enti locali e imprenditoria privata hanno realizzato un comprensorio turistico vicino alle foci dell’Isonzo e integrato con il parco di tutela ambientale dell’Isola della Cona.

Di fatto, la posizione baricentrica di Monfalcone consente di raggiungere in breve tempo i principali centri del Friuli Venezia Giulia: in automobile gli spostamenti non richiedono più di mezz’ora per toccare Trieste, Udine e Gorizia; ancor meno per arrivare a Grado, Aquileia - che fu una delle maggiori città romane in Italia, famosa ora per i suoi resti archeologici e patrimonio dell’UNESCO - e Redipuglia, importante per il suo sacrario militare dove vi sono una serie di circuiti escursionistici sui campi di battaglia attraverso le trincee, i camminamenti, i tunnel.

Interessanti sono inoltre le visite al Castello di Miramare, situato sulla Riviera Triestina, alla Grotta Gigante sita nell’entroterra adiacente, ovvero la più grande caverna turistica del mondo (aperta al pubblico dal 1908) e alle Grotte di Postumia che si trovano nella vicina Slovenia.

Sulla strada SS 14 da Monfalcone verso Trieste si scorgono a destra, nei pressi di San Giovanni di Duino, le Bocche del Timavo: questo grosso fiume, che ha un lungo percorso in Slovenia, si inabissa nelle Grotte di San Canziano per percorrere tutta la lunghezza del Carso Triestino ricomparendo infine a San Giovanni di Duino, dove, in un’oasi di tranquillità, sono visibili i tre rami con le acque limpide del fiume. Proseguendo si arriva poi a Duino, località formatasi attorno al vecchio castello, e al bivio per Sistiana Mare, da cui inizia il sentiero della passeggiata Rilke di eccezionale e suggestiva bellezza. Su questo percorso, proseguendo dopo Aurisina, si trova il Santuario Mariano di Monte Grisa, che si erge a 350 m. sul livello del mare nel verde e nella pace. Ma se è vero che il luogo dove sorge è fra i più belli del carso, Monte Grisa è soprattutto un’oasi di preghiera e meta di molti pellegrinaggi.

A Monfalcone, tuttavia, le escursioni non riguardano solo natura, arte e cultura ma anche il campo enogastronomico, essendo la regione particolarmente ricca di sapori e le produzioni vitivinicole diverse tra loro tanto da stimolare esperienze diverse, dal Collio orientale cividalese a quello Goriziano, fino a risalire la strada del Terrano, vino nero, quasi una medicina che si accoppia con i piatti forti del Carso sloveno.

Chi si sofferma a Monfalcone non mancherà di trovare diverse occasioni per uno shopping di qualità e nelle serate estive potrà divertirsi fra sagre, balli e griglie all’aperto.